MORDOVIA

In mordovia ci saremmo aspettati di incontrare i mordovini e invece...

Repubblica di MORDOVIA

Monumento dedicato alla famiglia a Saransk

Monumento dedicato alla famiglia a Saransk

Territorio e informazioni essenziali

Occupa una superficie intorno ai 26 mila km2 (circa la Sicilia).
Territorio prevalentemente pianeggiante o leggermente collinare, non attraversato da grandi fiumi, in buona parte intensivamente coltivato. Gli abitanti sono poco più di 800 mila, più di 300 mila dei quali concentrati nella Capitale Saransk che dista a circa 640 km da Mosca. Densità circa 30 ab/km2. Fuso orario di Mosca UTC+3:00.
Lingue ufficiali: russo, mokši, erzi.

Video di presentazione

Popolazione

Secondo il censimento del 2010 i mordovini sono esattamente il 40% della popolazione mentre i russi più del 53%. Importante anche la presenza dei tatari che sono intorno al 5%. Da notare che i mordovini come popolo in realtà non esistono, esistono i mokši e gli erzi, due popoli entrambi di origine ugro-finnica ma distinti. A differenza dei mari che, come abbiamo visto, si distinguono in mari di montagna e mari di pianura ma sono lo stesso popolo che semplicemente per vicissitudini storiche ha preso percorsi culturali e abitudini leggermente diverse, i mokši e gli erzi sono diversi anche fisicamente. I mokši hanno solitamente capelli più scuri, gli erzi più chiari ed assomigliano di più agli estoni, loro stretti parenti. Per la verità esisterebbe anche un terzo popolo nella regione - i sokši, cui lingua tuttavia non ha rango di lingua riconosciuta ma solo dialetto. Mokši e gli erzi invece sono riconosciute. Per riconosciute si intende non solo che nelle scuole ci sono corsi di lingua ma anche per esempio che a Saransk i cartelli stradali sono nelle due lingue e che i documenti all'anagrafe si possono richiedere nella lingua di appartenenza.
Entrambi i popoli sono prevalentemente di religione cristiano ortodossa ma prima di unirsi ai russi erano pagani ed alcune tradizioni pagane sono rimaste ancora oggi.

Clima

Clima continentale in linea con le statistiche delle altre Repubbliche del Circondario del Volga: medie di gennaio intorno ai -12 C°, luglio 19 C°.
Piovosità intorno ai 510 mm all'anno.

Storia

Nel 2012 è stato festeggiato ufficialmente a Saransk il millenario dell'unione dei popoli della Mordovia con la Russia. Da sempre i russi e i popoli vicini hanno considerato le genti di questa regione come un unico popolo ma in realtà i popoli ugro-finnici delle Mordovia sono almeno due e ben distinti. Si racconta che durante il Medioevo esistevano due principi ugro-finnici nella regione - Puresch, principe dei Mokši e Purgas, principe degli erzi. Il primo era più incline a collaborare con i rus', il secondo tendeva più all'isolazionismo. Durante l'invasione dell'Orda d'Oro i mokši vennero sottomessi, gli erzi invece pare riuscirono a scappare o rifugiarsi nei boschi. Risultato di queste differenti sorti fu che i primi finirono per mischiarsi anche geneticamente, i secondi riuscirono invece a conservare meglio i loro caratteri originari tanto che ancora oggi assomigliano molto di più ai cugini ugro-finnici della diaspora estone o finlandese: capelli biondi, carnagione più chiara, occhi spesso azzurri, statura più elevata. In seguito, dopo la sconfitta dei tatari dell'Orda d'Oro e l'unificazione sotto il Regno di Russia, continuarono con la loro tradizione più autonomista e si russificarono meno dei Mokši. In comune le due popolazioni hanno tuttavia anche molti punti in comune. La casa comune della Mordavia venne costituita per la prima volta solamente nel 1934 con la Repubblica Socialista Sovietica Autonoma della Mordovia che radunava nello stesso territorio entrambe le etnie. L'autonomia venne riconosciuta anche come forma di ringraziamento per il contribuito dato dai popoli della mordovia alla rivoluzione sovietica. Oggi la Federazione, oltre al grado di autonomia della Repubblica, riconosce anche la presenza dei due differenti popoli e relative lingue.

Ordinamento

La nuova Costituzione è recentissima - approvata nel 1995.
Capo della Repubblica di Mordovia è stato Merkuskin Nikolai Ivanovich dal 1995 per ben 5 mandati consecutivi. Nel 2012 ha poi dato le dimissioni ed è stato nominato Governatore della regione di Samara. La Costituzione della Repubblica è poco chiara sulle possibilità di rielezione consecutiva ed il fatto di aver condotto tanti mandati consecutivi ha suscitato delle polemiche. Durante i mandati di Merkuskin la Repubblica ha tuttavia raggiunto importanti traguardi di sviluppo ed è stata più volte indicata a livello Federale come modello di integrazione e convivenza tra etnie, religioni e culture differenti presenti su un medesimo territorio.

Economia

Nel 2016 si registrava nella Repubblica un importante boom economico concentrato sopratutto nel settore agricolo. Buona parte di questa fortuna è dovuta alle controsanzioni che dal 2014 hanno alzato in maniera esponenziale la domanda interna di verdure, prodotti caseari e alimentari che prima venivano dall'Europa.
Il settore edile anche ha avuto un forte impulso, prima di tutto dalle infrastrutture per il Campionato di Mondo di Calcio (lo stadio Saransk Arena ha ospitato 4 partite dei gironi) ma anche grazie ad uno speciale programma di mutui agevolati. Rilevanti anche i progressi nel campo delle produzioni innovative - è recente l'inaugurazione di un intero nuovo quartiere chiamato 'Tecnopark' a Saransk riservato allo sviluppo delle nuove tecnologie. Il sottosuolo non riserva grandi risorse ma la posizione geografica della regione è invidiabile - sulla linea Transiberiana, l'autostrada che porta da Mosca agli Urali e la linea che collega la Russia settentrionale al Caucaso. Discreti livelli di industria meccanica e chimica completano il quadro con una ottima produzione di sistemi illuminanti (sulla base delle grandi fabbriche di lampadine ereditate dal periodo sovietico) nonché produzione di fibra ottica.

Curiosità

La 'MordovAvto' ha prodotto la prima auto elettrica di Russia e sta lavorando ad un prototipo piccolissimo capace di parcheggiare ovunque e di salire su marciapiedi e scale pur di scavalcare il traffico.
La tradizione dei popoli di questa regione metteva il valore della famiglia al primo posto (famiglie numerose, matrimoni indissolubili). Tra i mokši pare fossero piuttosto d'uso matrimoni precoci tra ragazzi giovani e donne invece adulte.
Fino al 1932 le lingue locali erano scritte con caratteri latini, dal 1937 in poi invece in cirillico. Non esistono lettere aggiuntive come invece per quasi tutti gli altri popoli ugro-finnici di Russia. La lingua mokši è estremamente complessa - possiede 12 declinazioni e un modo tutto particolare di formare i generi.
Per gli Erzi il nero non è colore di lutto ma rappresenta piuttosto la madre terra.
La cucina della regione è sostanziosa. Ricorrono piatti a base di carne e farinacei. La carne di lepre è molto amata. Un piatto tipico molto caratteristico sono i 'seni delle giovani' (груди молодушки - grudi maladushki). Veniva offerto alle ragazze la notte prima del matrimonio in segno benaugurale e di prosperità - si tratta di tortine al forno ripiene di ricotta. Oggi sono immancabili nei pranzi nuziali, non solo per mokši ed erzi.

QUIZ

1 / 10

Sapresti individuare la Repubblica della Mordovia sulla carta geografica?

Link utili per curiosità e approfondimenti sulla Repubblica di MORDOVIA